L'apparato
Respiratorio

Cos'è l'apparato respiratorio
Respirare è l’atto più automatico e naturale che ci sia, ma in realtà quanto conosciamo la nostra respirazione? Cosa intendiamo quando parliamo di sistema respiratorio e quali organi sono coinvolti? La respirazione è una delle principali funzioni dell’organismo umano e fa riferimento al processo che permette al corpo di procurarsi ossigeno ed eliminare anidride carbonica.

Il sistema respiratorio è l'insieme degli organi e delle strutture che permettono questo scambio gassoso tra l'ambiente circostante, dove si trova l’ossigeno, e l'organismo umano, il cui sangue è carico di anidride carbonica.

Ciò che è importante sapere è che l’ossigeno non può essere conservato a lungo nell’organismo e deve essere rifornito in modo regolare. Questa è la ragione per cui respirare bene è fondamentale.
Ma gli organi coinvolti in questo importantissimo processo sono molti. Vediamoli più nel dettaglio.

 

Apparato respiratorio
 
Com’è composto
Il sistema respiratorio è composto dalle vie aeree superiori ed inferiori.

Le vie aree superiori

A queste appartengono il naso, la faringe, la laringe e la trachea. Il compito del naso è portare l’aria all’interno dell'organismo, riscaldarla, umidificarla e trattenere eventuali corpi estranei. L’aria ispirata attraversa le narici, la faringe e la laringe e si incanala verso la trachea, dove eventuali minuscoli corpi estranei vengono trattenuti prima di entrare nei polmoni attraverso I bronchi.

Le vie aree inferiori

Bronchi, bronchioli e alveoli polmonari formano l'albero bronchiale; bronchi e bronchioli sono deputati alla funzione di trasporto dell’aria, mentre negli alveoli avviene lo scambio gassoso: Il sangue acquisisce ossigeno e si libera dell’anidride carbonica in eccesso. I polmoni sono così gli organi che concludono il processo di respirazione e di ventilazione.

 

Apparato respiratorio
 
Come funziona l'apparato respiratorio
La respirazione avviene attraverso due momenti: inspirazione ed espirazione.

Durante la prima fase, l'aria entra nel naso e da qui si sposta per arrivare ai polmoni. Finita questa fase, nei polmoni si verifica lo scambio gassoso: l'aria cede ossigeno al sangue e il sangue cede anidride carbonica. Quindi, durante la fase dell’espirazione, l’aria contenente alte concentrazioni di anidride carbonica viene espulsa dai polmoni.

Le due fasi avvengono grazie alla contrazione e dal rilassamento di una serie di muscoli presenti nel torace. Tra questi gioca un ruolo fondamentale un muscolo chiamato diaframma, che, abbassandosi, permette ai polmoni di espandersi e, alzandosi, consente loro di svuotarsi.

Sebbene il ritmo della respirazione sia automatico, i muscoli coinvolti del processo sono volontari e ogni loro contrazione è stimolata da impulsi nervosi.

 

Le informazioni contenute in questa pagina sono da intendersi a titolo informativo e non sostituiscono in nessun caso assistenza o consiglio medico.

Apparato respiratorio